Efficienza energetica

Nel campo dell’abbattimento dei consumi e del miglioramento dell’efficienza energetica si stanno introducendo importanti novità. In particolar modo se parliamo di sostenibilità riferita al trasporto verticale.

Partendo dal vecchio assioma che ascensori a basso traffico, di vecchia generazione, consumavano più energia a riposo, per i nuovi impianti il problema può dirsi risolto.

Ma resta ancora molto da fare dal punto del risparmio energetico nel suo insieme.

Al fine di migliorare i consumi energetici degli ascensori i costruttori si sono focalizzati sui nuovi disposti normativi.

Normativa

I nuovi requisiti di eco- efficenza sono regolati dalla Direttiva 31 del 2010. Recepita in Italia con il decreto legge 63/2013, convertito poi nella legge 90 del 2013. A cui va aggiunto il Decreto legislativo 28 del 2011 sulle fonti rinnovabili e il decreto 102 del 2014. Il medesimo è un attuazione della Direttiva UE 27 del 2012.

Infine dal Decreto ministeriale datato 26 giugno 2015, contenente le linee guida nazionali per la certificazione degli edifici, residenziali e non.

Estrapolando dalla Direttiva UE 27 del 2012:

“[..]Nel mettere a punto le misure di miglioramento dell’ef­ficienza energetica, è opportuno tener conto dei vantaggi in termini di efficienza e di risparmio ottenuti tramite l’applicazione diffusa di innovazioni tecnologiche efficaci in termini di costi,[..]

Innovazione

Si evince come i costruttori stiano concentrando tutti gli sforzi sulla ricerca, con cospicui investimenti. In proposito vedere la nuova thyssenkrupp Test Tower, torre di prova per ascensori di proprietà di Thyssenkrupp Elevator, alta ben 232 m

Pertanto le innovazioni che si stanno affacciando sul mercato sono molteplici.

Ad esempio l’introduzione di motori sincroni a magneti permanenti, l’intera illuminazione a LED ad accensione automatica, fino a sistemi che permettono di recuperare l’energia durante la frenata e  un pannello fotovoltaico poco più ampio della cabina, che azzera totalmente il consumo dell’impianto.

Questo a indicare come il mercato sia in evoluzione, rendendo sempre più accessibile e conveniente l’installazione di un ascensore.

 

Sostenibilità

Ma le prossime tappe, di questo percorso virtuoso, si pongono come obiettivo quello di costruire ascensori che creino energia, convertendo l’energia cinetica in elettricità riutilizzabile all’interno di un edificio, ripagando con il tempo il costo dell’impianto.

Anche se bisogna precisare che una nota casa costruttrice ha già raggiunto questo obiettivo nei grattacieli. Ora il prosssimo passo è poter applicare questa tecnologie anche in impianti con minor sviluppo verticale.